Sarà la Missa in tempore belli, “composta da Franz Joseph Haydn nel primo incendio europeo delle guerre napoleoniche”, a segnare solennemente, il 14 settembre alle 21 nella Basilica di San Pietro a Perugia, l’apertura della 73^ edizione della Sagra Musicale Umbra, con il St. Jacob’s Chamber Choir e l’Orchestra da Camera di Perugia affidati alla direzione di Gary Graden. “Musicista – sottolinea Alberto Batisti, direttore artistico della Sagra Musicale Umbra e della Fondazione Perugia Musica Classica onlus – che ha contribuito forse più d’ogni altro alla fisionomia artistica delle ultime edizioni della Sagra Musicale Umbra. Accanto al capolavoro della maturità di Haydn, caratterizzato da quell’angosciosa domanda di pace sinistramente alternata all’apparizione marziale del timpano solo nell’Agnus Dei, il St. Jacob’s Chamber Choir presenta la Missa Sancti Francisci Assisiensis per coro, archi e percussioni del compositore sloveno Damian Močnik (2017), in prima esecuzione italiana. Si tratta di una messa squisitamente liturgica, una proposta di rinnovamento del repertorio, accessibile anche a cori non professionisti, semplice e volutamente spoglia di difficoltà e spigolosità, come la dedica al Santo di Assisi, il Santo della Pace, fa intendere. In apertura di serata sarà invece la dolcissima Cantata di Mendelssohn Verleih’ uns Frieden (‘Concedici la pace’) a sottolineare come una carezza di conforto il messaggio del Festival e del suo percorso”. La Sagra Musicale Umbra proseguirà fino a sabato 22 settembre a Perugia e in altre 4 città dell’Umbria (Assisi, Montefalco, Torgiano e Panicale).